buzzoole code

domenica 21 ottobre 2012

L'amore ai tempi dell'asilo... ovvero il triangolo amoroso

Sapevo che sarebbe successo prima  o poi, già altre mamme dei mezzani ne parlavano fra di loro all'entrata o all'uscita... ma per noi sembrava una cosa ancora lontano: le prime storie d'amore!

Ma non c'è peggior cieco, di chi non vuol vedere...
Tra i compagni di Maty all'asilo ci sono G. nostro vicino di casa e A. cugino di G., e la nonna di entrambi abita alla fine della nostra via. Praticamente  si conoscono da appena nati, ma al di fuori dell'asilo non si frequentano.

Siamo ancora in piena fase divisione maschi/femmine, ma il lato maschiaccio di Maty la fa giocare con loro con le macchinine.

La scorsa settimana, approfittando di un po' di sole sono fuori a stendere e i bambini a giocare, arriva G. e viene al cancelletto a parlare con Maty.
(Effettivamente sta diventando un'abitudine, mentre prima si salutavano e basta adesso si fermano a parlare trale sbarre.)
Lei gli chiede: " Quando vai a casa di A. posso venire anch'io? così giochiamo insieme con le macchinine." G. le risponde un NO che più secco non si può e se ne va.

...?...

Qualche giorno dopo all''uscita dall'asilo, in una giornata di pioggia. Arrivo a prendere Maty ed Ale insieme al papà di A.
Mentre traffico con Ale che non vuole tornare a casa, non vuole cambiare le scarpe ed il papà di
A. traffica con l'altro figlio in classe con Ale ....
A. aleggia intorno a Maty con un sorriso a 2.000 dente, sguardo tra il sognate e l'inebetito... e alla fine le stampa un bacio sulla guancia.
Al momento ero troppo presa dalle bizze di Ale, ma se avessi osservato attentamente avrei visto che i suoi piedi non toccavano terra,le sue pupille a forma di cuore e cuoricini svolazzargli fuori dalle orecchie, tipo Pepe la puzzola!
Usciamo armeggiando con gli ombrelli, mentre il papà ed il fratellino di A. sono ancora dentro, A. continua ad orbitare  intorno a Maty che un po' gli sfugge, un po gli sorride, un po' non ha capito un tubo di cosa sta succedendo...la mia tontarella.
A. continua ad infilarsi sotto il suo ombrello e a stamparle bacini sulle guance... ok sono carini ma come lo scollo?
Il papà è uscito è al telefono e non nota la situazione, io cerco di togliere A. da sotto l'ombrello per infilarci Ale e andarcene.
Solo dopo qualche tentativo mal riuscito di mettere A. sotto l'acqua, meglio calmargli i bollenti spiriti fin da subito!, riesco a richiamare l'attenzione del padre, ormai siamo a metà cortile e rischio di portarmelo a casa.

Vuoi vedere che la risposta e fuga di G. erano per gelosia nei confronti di A.?
Già non ero pronta alla prima storiella d'amore, ma già partire col triangolo amoroso a 4 anni NO!
Cosa mi devo aspettare a 14???

1 commento:

  1. E pure proprio in un giornale leggevo che questi amori iniziano veramente a nascere dall'asilo!

    RispondiElimina