buzzoole code

mercoledì 11 luglio 2012

Un viaggio nel regno di Op - presentami un blog

Il blog che vorrei presentarvi si chiama "il regno di Op" e parla di un mondo popolato da draghi malefici e coraggiosi bambini guerrieri.
E' il raccondo di un viaggio che nessuno vorrebbe mai intraprendere, soprattutto un bambino... perchè Op è l'abbreviazione di Oncologia Pediatrica.

Perchè mai allora lo presento come un blog di viaggio?
Perchè il viaggio è qualcosa di più dell'andare in vacanza, è un percorso che si vive o condivide, da cui se ne esce arricchiti da luoghi, da persone e da esperienze.
Paola Natalicchio racconta il suo viaggio, andata e ritorno, da questo luogo spaventoso, ma anche arricchente dalla forza e dal coraggio dei bambini che ci si trovano loro malgrado.
Perchè non sempre si può scegliere il viaggio, a volte si viene travolti e non si può far altro che percorrere la strada e vedere dove porta.
Paola racconta le persone, i legami ed i sentimenti più che le procedure, le terapie.
Cerca di dare coraggio, a chi già ci si trova o a chi vi è appena entrato, a chi sta con timore sulla soglia in attesa di risultati  e a chi non vi entrerà mai, perchè i piccoli guerrieri riescono a sconfiggere i draghi.
Vale la pena leggerlo per far conoscere la forza ed il coraggio di questi bambini, delle loro famiglie e per porgere un tributo a chi invece non ce l'ha fatta.
Le pantofole ed il pigiama è il post che mi ha fatto conoscere questo blog, trovo che descriva perfettamente l'inizio di questo viaggio, lo smarrimento, la paura ... e l'accoglienza delle famiglie che già sono nel regno di Op.
Come già detto è il viaggio che nessun genitore vorrebbe compiere, ma quando scopri che tua figlia a i valori del sangue sballati, che i medici non si sanno spiegare... temi che il viaggio stia iniziando anche per te. Ma grazie a questo blog il viaggio fa un po' meno paura.

Se volete seguirlo anche voi, ecco il feed http://ilregnodiop.blogspot.com/feeds/posts/default

2 commenti:

  1. una "presentazione" importante e molto interessante. grazie Emy e mi unisco a te nell'abbraccio virtuale a chi si trova a dover compiere un viaggio che non ha scelto. grazie ancora per la segnalazione

    RispondiElimina
  2. Grazie Fioly, ho visto che anche tu hai due bimbi vicini d'età!

    RispondiElimina