buzzoole code

giovedì 28 giugno 2012

Come una lucertola al sole

Leggendo l'ode all'abbronzatura di asinochileggeancora, non ho potuto non pensare a come cambia prendere il sole quando si diventa mamma.
Premetto che ho la pelle olivastra e mi abbronzo molto facilmente.

Da piccola non ricordo una particolare attenzione al mettere la crema solare, giusto una spalmatina appena arrivati in spiaggia, con un fattore di protezione non nparticolarmente alto.
Da adolescente si risparmiava per potersi comprare l'unghuento della Lancaster ( ormai messo al bando o venduto come salsa barbeque) che bastava metterselo per abbronzarsi di un bel colore mogano che diventava indelebile da pelle, costume e salviettone. Più che abbronzare... tingeva.
Da ventenne, fase topless, conversione alle creme ad alta protezione. Inizio a predicare i rischi dell'esposizione al sole ma vengo poco ascoltata e dopo il primo giorno di vacanza in sardegna con le amiche sono l'unica con le tette non scottate.
 Poi arriva l'estate col pancione, ci si può dimenticare della prova bichini, dell'abbronzatura, e via di cappellone di paglia, creme ad alta protezione, freschi camicioni.... tanto abbiamo la scusante di essere incinta per essere esonerate dai commenti sul livello d'abbronzatura.
E' la fase della beatitudine, l'ultima estate in cui ci possiamo godere veramente sole, lettino relax.
Con un bimbo neonato tutto cambia, il sole fa beme anche a loro ma appena osiamo uscire dalla penombra ecco che mezza spiaggia sente il dovere di dirci che al sole i bambini così piccoli non devono stare! E' una battaglia persa, ho provato utilmente a spiegare spiegare ad una vecchietta che erano le 7.30 del mattino, ma quasi aveva il coraggio di controbattere che era troppo presto e freschino.
Col bimbo di pochi mesi ci si deve preparae ad avere un'abbronzatura a dalmata. Le creme simil calce dei bambini, hanno il difetto di non levarsi nemmeno strofinandole con spugna e bagnoschiuma, ma si trasferiscono come niente da pelle a pelle. Così mentre si prende in braccio il pupo si viene contaminate dalla loro crema e a fine estate avremo delle bellissime chiazze, che cerchiamo di far passare come pelle non abbronzata ma in realtà è ancora la loro crema.
Quando invece iniziano a camminare... ecco l'abbronzatura a muratore, per corrergli dietro non si ha nemmeno il tempo di togliersi la maglietta.
Adesso che i miei sono dei corridori sono arrivata alla fase " ma sei stata al mare?" Ormai sono abbrastanza grandi da non mettere più la crema-calce, ho il tempo di togliere la maglietta e a volte di mettermi anche la crema al volo (benedette le formulazioni spray). Ma allora perchè mi dicono che a fine vacanza non sembro abbronzata pur essendo stata unicamente sul bagnasciuga?????
Comincio a pensare che le mie due trottole impazzite corrano più veloce della luce, o almeno dei raggi solari!


Nessun commento:

Posta un commento