buzzoole code

mercoledì 11 maggio 2011

Svegliarsi una mattina e scoprirsi talebana.



Inutile dire che più passano gli anni più all'avvicinarsi dei compleanni si iniziano a tirare le somme.
Quest'anno cono 35!
E mi sento a metà strada...tra i 30 ed i 40, tra mamma-studentessa-moglie e lavoratrice-casalinga, e ovviamente tra figlia e madre.
Se guardo indietro a prima di Matilde e Alessandro e vedo quanto sono cambiata è stupefacente ma anche un po' disarmante: sono una talebana!
In senso buono... spero ?!
Quando hai un figlio inizi a sentire la responsabilità di com'è e, soprattutto di come sarà, il mondo per i tuoi figli.
Di informarti su tutto quello che è il meglio per loro, sia a livello di cibi, acqua, medicine, vaccini, vestiti...e non si smette mai di imparare.
Il primo passo è stato credere nell'allattamento al seno, cosa non facile e scontata come può sembrare, sia per difficoltà oggettive che per pressioni esterne.
Poi il preferire cibi biologici, pappe preparate in casa anzichè le grandi martche iperpubblicizzate.
Utilizzare i pannolini lavabili, anche se non in modo totale, per uscire o la notte "cedo" a quelli usa e getta.
Preferire vestiti in tessuti naturali, meglio se bio.
Non dare junk food (caramelle, patatine, bibite) e sentirsi una mosca bianca perchè Matilde a 3 anni non sa cos'è una caramella.
Credere nel cosleeping, che i bimbi non abbiano vizi ma solo bisogni, nel contatto prolungato.
Credere che se si possono usare accorgimenti per lavare i capi dei bambini (poco detersivo, niente ammorbidente, aceto o bicarbonato per disinfettare) allora lo si può fare per tutto il bucato.
Preparasi detersivi bio in casa.
Credere se per non inquinare si è scelto di utilizzare i lavabili lo si può fare col proprio ciclo, o osare a provare la Moon Cup.

Credere che un mattino ci si possa svegliare, guardarsi  allo specchio e sorridere pensando "Oddio ma chi mi vede dall'esterno vede una talebana!"
E solo  qualche anno fà pensare che un simile cambiamento fosse non solo impossibile ma impensabile.

Tutto questo per amore dei figli, loro ci danno la spinta e la forza per cambira noi ed il mondo.
Per migliorarci nel nostro piccolo e per migliorare dove viviamo.
Loro sono il nostro futuro su di loro bisogna investire, spendere tempo e pazienza, sono la nostra scommessa vincente!

2 commenti:

  1. sei una mamma meravigliosa! anche io sono cambiata tantissimo, proprio come hai descritto tu! e sono anche orgogliosa che mia figlia, come la tua, non sa cosa sia una caramella!!!
    ... con il ciclo ancora la Moon Cup non l'ho provata ma prima o poi ci arriverò

    RispondiElimina
  2. All'inizio anche io mi sentifo un po' fuori dalle righe, ho fatto determinate scelte e spero siano quelle giuste.
    Fare il pane fatto in casa, avere il mio orticello, preferire comprare cose prodotte in luoghi vicini a dove vivo, scoprire che il mio piccolo preferisce lo yogurt che faccio io a quelli acquistati....sono soddisfazioni!!!
    Ti posso quindi dire di continuare come meglio credi!
    Io cerco sempre di non eccedere in una direzione per non imporre troppe restrizioni, ma ponendo tanta attenzione alla crescita e all'educazione di mio figlio.
    Continua così, buona giornata!
    Ida

    RispondiElimina