buzzoole code

venerdì 8 aprile 2011

Da 1 a 2 in 17 mesi: il salto nel vuoto.

Matilde è stata fortemente cercata per 2 anni, è arrivata all'ultimo tentativo dopo  aver fatto il monitoraggio dell'ovulazione, se non avesse funzionato avrei ripreso la pillola, avevo bisogno di una pausa.
Ale è arrivato inaspettato, concepito subito dopo il capoparto e confermato che ero già quasi al quarto mese...
La sensazione di essere una sedicenne che aveva fatto il "danno" mi ha subito attanagliato e accompagnato nei primi periodi dopo la nascita, e adesso col senno di poi, ritengo che sia stata una delle componenti che ha creato i problemi.
Verso Ale mi sentivo in colpa per averlo trascurato perdendomi il primo trimestre di gravidanza, verso Matilde perchè doveva già dividere la mamma quando ancora ne aveva un bisogno esclusivo.
Già non si è ancora preso il ritmo con un bambino che dover passare a due è stato un vero e proprio salto nel vuoto, anzi forse essere inghittiti da un buco nero rende più l'idea :-)
Comunque non ci sono solo stati dei lati negativi.

Lati positivi
più il maggiore è piccolo meno avrà manifestazioni di gelosia
si è ancora nel turbine pappe, pannolini, poppate ricominciare non costituisce un dramma
POI, ma molto poi, si apprezza il crescerli insieme
Lati negativi
Tutta la routine che avevate con un bambini con 2 verrà stravolta
Il secondo bambino è un modello completamente diverso e il manuale d'uso del primo con lui non funziona
Anche le cose più semplici che con uno riuscivate a fare con due diventano difficile ed alcune impossibili.

E mi fermo qui per non dare una battuta d'arresto all'incremento demografico! ;-)

2 commenti:

  1. credo sia stata, e lo sia ancora molto dura, però io ti ammiro molto e ti invidio anche perchè hai due figli che giocheranno sempre insieme, saranno quasi coetanei ma non gemelli e credo che per loro sarà molto bello.

    RispondiElimina
  2. Cara Emy, ho provato le tue stesse sensazioni durante la mia seconda gravidanza... I miei cuccioli hanno 20 mesi di differenza. Però ora che hanno 3 anni e 18 mesi è quasi un piacere vederli giocare assieme. Il primo anno è stata dura, oggi un po' meno... Ti abbraccio, è stato un piacere "passare" in questo blog.

    RispondiElimina